Pubblica illuminazione: Segnalazione all'ANAC

Nelle scorse settimane l’Amministrazione Comunale ha deciso di privatizzare la pubblica illuminazione del nostro paese, affidandone la gestione, la messa in sicurezza e l’efficientamento energetico ad una società esterna.

 
Una scelta discutibile, dal punto di vista economico e strategico, presa a poche settimane dalle elezioni, che inevitabilmente ricadrà su tutta la comunità rutiglianese, oltre che sulle prossime Amministrazioni.
Ma quali sono i principali punti critici di questo accordo?
 

Svantaggi economici

- verseremo 461.530 € l’anno (per 20 anni!) ad un soggetto privato, a fronte, di una spesa di 1.853.000 € da parte di quest’ultimo; 
- alla società privata verranno garantiti ulteriori benefici derivanti dal risparmio proveniente dall’efficientamento energetico, oltre a finanziamenti Europei o stanziati dal governo centrale;
- ai costi previsti, da parte del Comune, si aggiungeranno le spese per attrezzature, impianti e luci di futura installazione, oltre che eventuali variazioni dovuti all’aumento dell’energia elettrica, dei materiali e del personale.
 

Durata dell’accordo

- il partenariato avrà una durata di vent’anni! Un periodo nel corso del quale, potrebbero attuarsi innovazioni importanti nell’ambito dell’efficientamento energetico. Tra qualche anno, quindi, potremmo ritrovarci a pagare una tecnologia diventata già obsoleta.
- tra l’altro, così come segnalato nella nostra nota all’ANAC, la scelta di una durata ventennale del contratto di gestione è assunta in difformità con quanto previsto dal Regio Decreto n. 2440 del 18 novembre 1923, il quale prevede che le spese ordinarie (come quelle relative alla pubblica illuminazione) abbiano una durata inferiore ai 9 anni.
 
Forse una scelta così importante per la nostra comunità avrebbe meritato delle valutazioni ed una discussione più approfondite. Ma d’altronde, le Amministrazioni Romagno hanno avuto "solo" 10 anni di tempo per maturare questa pessima decisione...
 
Ad ogni modo, abbiamo segnalato all’Autorità Nazionale Anticorruzione alcune irregolarità riscontrate negli atti che porteranno alla indizione della gara per l'affidamento di questo servizio.
 
Non ci resta che sperare nella tempestività di un intervento dell'ANAC e che quest'Amministrazione concluda il suo mandato senza arrecare ulteriori danni al nostro paese.

#TuttiPrimoCittadino


Inviaci le tue proposte!


 Scrivici


BEPPE PALMINO SINDACO


Copyright © 2019 Beppe Palmino. All Rights Reserved.


Seguici su


     


Privacy e Cookie Policy